Delega diPagamento

Con il termine delega di pagamento si intende un prestito con pagamento rateale concesso al lavoratore dipendente di amministrazioni pubbliche o private, eseguibile mediante trattenute di quote della retribuzione mensile, che vengono versate al finanziatore dal datore di lavoro, a cui è stato conferito un mandato irrevocabile da parte del lavoratore dipendente come da disposizioni di legge c.c. artt. 1268, 1269.

Affinché si possa perfezionare il prestito con delega è necessario che, preliminarmente, venga stabilita una convenzione da parte del finanziatore con l’amministrazione di appartenenza. Le Amministrazioni statali e parastatali (Enti Pubblici quali Regioni, Province, Comuni, ASL, etc.) e le società a partecipazione maggioritaria da parte dello Stato, generalmente aderiscano alle convenzioni proposte dagli intermediari finanziari e bancari ed assumono gli incarichi di delegazione per prestiti. Il nostro partner finanziario, Atlantide SpA aderisce alla convenzione NOIPA.

Il finanziamento assistito da delega di pagamento può essere affiancato alla cessione del quinto, tuttavia i finanziamenti con rimborso tramite delega di pagamento devono rimanere contenuti, insieme ad altri finanziamenti con ritenute sulla retribuzione, nel limite del 40% dello stipendio mensile netto o comunque a discrezione dell’Amministrazione nella misura massima della metà della retribuzione netta.

Caratteristiche del finanziamento

La domanda di finanziamento è a firma singola e per avere efficacia, deve essere necessariamente accettata dal datore di lavoro. Non occorre dimostrare una specifica destinazione del finanziamento (salve le esigenze di cui al D.L. 231/2007) o presentare alcun giustificativo di spesa.

La rata che il cliente decide di pagare è fissa e costante per l’intera durata del prestito. Si tratta di un finanziamento con rata stabilita contestualmente ed uguale per tutta la sua durata.

Il finanziamento può essere valutato ed eventualmente concesso anche a chi abbia avuto in precedenza problemi di accesso al credito nel circuito bancario.

Il finanziatore richiede che i prezzi siano affiancati da polizze assicurative a copertura dei rischi vita ed impiego. Per quanto riguarda il grado di copertura assicurativa, l’eventuale surroga della compagnia, il sostenimento degli oneri, ed altro, si rinvia all’area trasparenza (sezione contenuti dei contratti di finanziamento, secci, fascicoli informativi assicurativi).